Sconti e Promozioni

 Introduzione

Nel sistema Oxatis, esiste una distinzione fra gli sconti sui prezzi degli articoli visualizzati nel catalogo (si possono considerare questi sconti come delle promozioni) e gli sconti globali effettuati a livello del carrello acquisti.

Prendiamo due esempi concreti :

1) Vuoi mettere un articolo preciso in promozione (per esempio -20%) su un periodo dato. In tal caso, utilizzerai il concetto di sconti su articoli e creerai una regola di sconto specifica per questo articolo.

2) Se invece vuoi offrire 10% di sconto ai visitatori già clienti sul tuo sito, utilizzerai in questo caso uno sconto sul carrello. Creando una regola di sconto associata ai tuoi clienti, lo sconto apparirà automaticamente nel carrello una volta che il visitatore si sarà identificato.

Chiaramente, è possibile combinare questi due concetti di sconto. Tuttavia, tieni presente che se gli sconti sono molti la comprensione della tua tariffazione non sarà facilitata e quindi nemmeno l'atto d'acquisto. Concentrati su un insieme ristretto di regole e definiscile con precauzione. È importante notare che le regole di sconti diventano attive immediatamente dopo la loro creazione: ne scaturisce la necessità di completarne le proprietà con cura.

NOTA : Il solo mezzo di disattivare uno sconto in maniera immediata (senza eliminarla) è quello di cambiare il suo stato d'avanzamento in "In attesa - Elemento incompleto". A partire dal momento in cui lo sconto è in questo status, non viene mai preso in considerazione dal sistema.

Le sezioni qui di seguito spiegano gli sconti e le promozioni più in dettaglio e descrivono la realizzazione dei casi più spesso utilizzati sui siti di commercio on line.
 
 Domande e risposte globali

È possibile creare delle promozioni o degli sconti "usa e getta" cioé utilizzabili una sola volta?
Si, è certamente possibile. Si parla di uso unico o "Usa e getta" quando la promozione sarà valida per un solo ordine per cliente (account utente). A partire dal momento in cui lo sconto è associato a un ordine finalizzato, non potrà più essere preso in conto per il prossimo ordine dello stesso cliente.
Per creare delle promozioni o degli sconti "Usa e getta", bisogna semplicemente spuntare la casella da selezionare corrispondente, nella scheda delle proprietà dello sconto. Nota che, se un utente non si è identificato sul sito quando ha sfogliato il catalogo, il sistema considererà che il visitatore non è un "cliente" e gli sconti "usa e getta" di cui ha forse beneficiato precedentemente, saranno prese in conto nella visualizzazione dei prezzi. Quando il cliente s’identificherà per ordinare e se il sistema "scopre" che ha già beneficiato di questo tipo di sconti, il carrello sarà ricalcolato in maniera da non prenderli in considerazione.

Qual è il principio di funzionamento degli sconti "Usa e getta"?
IMPORTANTE: Gli sconti "usa e getta" sono contabilizzati solo quando l'ordine viene finalizzato. Un ordine finalizzato è un ordine in cui lo stato di pagamento è "Pagamento confermato". Quindi, se un ordine associato a uno sconto "usa e getta" viene realizzato con un pagamento tramite assegno, lo sconto non viene "bruciato" istantaneamente per il cliente, cioé non viene considerato ormai inutilizzabile. A tal fine occorre che lo stato del pagamento sia cambiato in "Pagamento confermato" al ricevimento dell'assegno. In seguito, un robot analizzerà gli ordini fatti in cui lo stato del pagamento è "Pagamento confermato" e "brucerà" gli sconti man mano, cioé li considererà ormai inutilizzabili. Tale azione automatica viene eseguita, in funzione del carico d'attività, al massimo 5 minuti dopo la registrazione dell'ordine o di un’evoluzione dello stato del pagamento.
Tale funzionamento implica che gli ordini che sono in uno stato "Chiamata del processore di pagamento", non comportano la contabilizzazione dell'uso dello sconto da parte dell'utente.
Altro punto importante, se trasformi a posteriori uno sconto « usa e getta » in uno sconto "ad uso multiplo", cioé se deselezioni la casella corrispondente, allora, tutti gli utenti beneficeranno dello sconto, anche se l’hanno già utilizzato in un ordine precedente. Questo funzionamento è coerente. Se, in seguito, selezioni di nuovo la casella, il "log" d'utilizzazione dello sconto sarà di nuovo preso in conto e il robot d'analisi lo completerà contando allora gli sconti per tutti gli utenti che hanno già fatto un’ordinazione durante il periodo in cui lo sconto associato non era ad uso unico.

È possibile per un cliente cumulare diversi codici promozionali per lo stesso ordine?
No, non è possibile. Si può avere un solo codice promozionale attivo per ordine. Tuttavia, nessuno ti impedisce di utilizzare lo stesso codice per diversi sconti sugli articoli o sconti sul carrello. In tal caso, il codice "attiverà" tutti gli sconti associati. Non abusare di questa possibilità perché potrebbe rapidamente indurti in errore nella gestione dei tuoi codici promozionali. Preferisci dei codici dissociati. Non dimenticare che le promozioni sono pertinenti solo se sono comprensibili per i tuoi clienti. Resta semplice.

 
 Sconti su Articoli (Promozioni)

Gli sconti sugli articoli sono delle promozioni applicate ad uno o più prodotti nel catalogo. È infatti possibile applicare un promozione ad una selezione di categorie e / o di prodotti. Le categorie e i prodotti possono essere mischiati nella selezione in modo tale che è possibile mettere gli articoli delle categorie C1,C2,C3 e i prodotti specifici P1, P2, P3 nella stessa selezione! Inoltre, puoi considerare che la selezione è un insieme da includere (applicare la promozione a tutti gli elementi della selezione) o da escludere (applicare la promozione a tutti i prodotti TRANNE quelli della selezione). Questo funzionamento offre molta flessibilità nella gestione delle promozioni.

La scheda che consente d’inserire le caratteristiche della promozione contiene delle finestrelle d’aiuto molto importanti, che noi ti invitiamo a leggere con attenzione al momento della definizione dei tuoi sconti. In questa guida, invece di analizzare ogni proprietà una ad una, studieremo piuttosto la messa in opera di una casistica di sconti molto diffusi.

Caso n° 1: Desidero mettere un articolo in promozione per un dato periodo.
Per farlo, crea un nuovo sconto e dagli, per esempio, il nome di "Sconto su prodotto P1". Poi, indica la posizione che permetterà di gestire degli eventuali conflitti, come ad esempio un’altra promozione che si applicherebbe a una categoria di prodotto includente il P1. In caso di dubbio sul valore della posizione, puoi cominciare con inserire zero.) Indica, poi, il tasso di sconto, 10% per esempio. Seleziona, poi, la regola d'inclusione per la selezione. Inserisci, quindi, le date del periodo durante il quale lo sconto sarà attivo. Infine, è preferibile selezionare la casella che attiva la visualizzazione dei prezzi barrati. Il prezzo originale sarà barrato nel catalogo e sostituito dal prezzo in promozione. ATTENZIONE legalmente e teoricamente, per poter "Barrare" un prezzo devi averlo proposto alla vendita al prezzo non barrato durante un certo periodo di tempo. In seguito, registra le tue modifiche. Una volta effettuata la salvaguardia, clicca sul pulsante nell’angolo "Generale \ Complementare" per definire la selezione degli elementi associati allo sconto. Apparirà una nuova pagina. Clicca sul pulsante "Aggiungi dei prodotti" e seleziona poi il tuo prodotto P1. Salva e ritorna alla scheda principale. Il gioco è fatto. Lo sconto si attiverà automaticamente nel periodo specifico.

Caso n° 2: Desidero fare una promozione su una categoria d'articoli per un dato periodo.
Si tratta dello stesso caso del precedente, tranne che per il fatto che devi selezionare la categoria di prodotto da mettere in promozione quando definisci la selezione degli elementi associati allo sconto. Nota che è possibile associare la promozione a più di una categoria di prodotti contemporaneamente.

Caso n° 3: Desidero fare una promozione su tutto il mio catalogo TRANNE i prodotti associati alle categorie A, B e C.
In tal caso, crea una scheda di sconto nella quale selezioni la regola d'ESCLUSIONE. Poi, quando definisci la selezione degli elementi associati allo sconto, seleziona le tre categorie A, B, e C che vuoi ESCLUDERE dalla promozione. Salva e il gioco è fatto.
ATTENZIONE : Se specifichi la regola d'esclusione della selezione e nessun elemento è definito nella selezione, allora la totalità dei tuoi articoli si ritrova in promozione!

Caso n° 4: Desidero fare una promozione su tutti i prodotti della categoria A per i miei utenti già clienti.
Quetso caso implica l'uso della restrizione ad una categoria di utente. A tal fine seleziona semplicemente la categoria "Clienti" per la "restrizione ad una categorie di utente" al momento della definizione dello sconto.
ATTENZIONE: perché funzioni, è imperativo che i tuoi clienti siano identificati (cioé che siano passati attraverso la pagina d'identificazione) per attivare la promozione al momento della navigazione nel catalogo. Senza tale identificazione preliminare, i tuoi clienti non potranno beneficiare della promozione. Pensa a pubblicare il componente "Tuo account" e ad associarlo ad un menu che suggerisca ai tuoi clienti d'identificarsi.
ATTENZIONE: non dimenticare che i tuoi futuri "Clienti" non sono qualificabili come tali prima di aver comprato. Questo limite è tuttavia una delle principali fonti d'errore che si commettono "attribuendo promozione ai clienti" e selezionando la categoria "Clienti" pensando "Qualunque persona che sta per comprare è un cliente". Prima di aver comprato da te, un visitatore non è classificato nel database degli utenti come un "Cliente" e quindi non potrà beneficiare della promozione.

Caso n° 5: Desidero « forzare » il prezzo di un prodotto a prezzo attrattivo durante un periodo di promozione.
In tal caso (che deve rimanere veramente eccezionale), al posto di specificare uno sconto in percentuale, sostituirai il prezzo originale del prodotto con un nuovo importo IVA esclusa. Conoscendo il tasso d’imposta di questo prodotto, puoi facilmente (grazie all'assistente di calcolo Tasse Comprese) dedurne il prezzo preciso, senza IVA. Questa tecnica di sconto può essere molto utile per fare delle promozioni con dei prezzi precisi (come 9,90 Euro) laddove uno sconto in percentuale sarebbe difficile da definire per arrivare in maniera precisa allo stesso importo.

Domande e Risposte frequenti sugli sconti su articoli

D: Cosa succede se uno stesso prodotto è elencato (e attivo) in due liste di sconti diversi?
R: In tal caso, è la posizione dello sconto che verrà preso in conto per stabilire quale dei due sconti sia applicabile. Più la posizione è bassa, più essa è prioritaria. La posizione 0 costituisce la priorità assoluta. Se le due posizioni sono a zero, è il caso che entra in gioco ed è sconsigliato. Pensa, quindi, a classificare i tuoi sconti se sono suscettibili di trovarsi applicabili contemporaneamente.

D: Che succede se vendo dei prodotti che utilizzano degli attributi / varianti multiple con modifica del prezzo ?
R: Se un prodotto P1 è associato ad un attributo multiplo, a sua volta associato ad un sovrapprezzo (come, ad esempio, per un mobile un’opzione di rifinitura laccata che costa 100 Euro). In questo caso, e soltanto per gli sconti in percentuale, il sovrapprezzo delle opzioni viene anch’esso scontato. Quindi, se lo sconto sul prodotto è del 10%, il sovrapprezzo dell'opzione verrà aggiustato a 90 euro (anche al momento della visualizzazione!)
ATTENZIONE: tale funzionamento vale solo per gli sconti in percentuale. Nel caso di uno sconto in cui il prezzo è sostituito, il prezzo sostituisce integralmente il prezzo dell'articolo (qualunque siano le tariffe delle opzioni selezionate).

D: Che succede se un prodotto è già associato ad una griglia di sconto?
R: In questo caso in un primo momento viene presa in conto la griglia di sconto e ha (o può avere) come effetto la modifica del prezzo del prodotto. In seguito, la promozione viene applicata a questo prezzo modificato (ad esempio -10%). Quindi, la griglia di sconto e la promozione si concatenano, una dopo l’altra.
Questo è il funzionamento predefinito. Naturalmente è possibile modificarlo nelle proprietà del catalogo ; specificando che le griglie di sconti devono essere ignorate se si applica una promozione.

D: È possibile lanciare una promozione su uno o più articoli del catalogo con un codice promozionale?
R: Si, è possibile associare un codice promozionale ad uno sconto su articoli. In tal caso, lo sconto sarà attivato solo se il codice promozionale viene inserito dall'utente prima di sfogliare il catalogo. L'utente può, ad esempio farlo nel componente "Mio Account" dopo essersi identificato. Il codice può essere inserito anche in seguito nel carrello acquisti e i prezzi saranno allora ricalcolati per prendere in conto l’importo della promozione su ognuno degli articoli interessati.
 
 Sconti su Carrello Acquisti

Gli sconti sul carrello acquisti possono presentarsi in diverse maniere: possono essere limitate nel tempo, associate ad un codice promozionale o ad un importo minimo d’ordine. Non sono cumulabili. Se vi sono più sconti applicabili contemporaneamente, è il primo sconto che viene preso in conto (utilizzando la priorità definita dalla posizione).
La scheda che consente di definire gli sconti sul carrello somiglia molto a quella che permette di definire gli sconti sugli articoli (promozione). Si ritrovano qui diversi concetti (posizione, periodo di validità, restrizioni). Essendo ogni caratteristica spiegata separatamente nella scheda, ci concentriamo qui sullo studio della casistica degli sconti più frequenti:

Caso n° 1: Desidero fare uno sconto del 10% per tutti gli acquirenti durante un dato periodo.
Per realizzarlo, crea un nuovo sconto e attribuiscigli, ad esempio, il nome di "Sconto globale (10%) – dal 15 al 31 dicembre". Poi, indica la posizione che permetterà di gestire i conflitti eventuali (in caso di dubbio inserisci zero.) Indica, poi, il tasso di sconto, 10% nel nostro esempio. Definisci, in seguito, le date del periodo durante il quale lo sconto sarà attivo (dal 15 al 31 dicembre nel nostro esempio.)
Infine, salva le tue modifiche e il gioco è fatto. Lo sconto si attiverà automaticamente nel periodo configurato.

Caso n° 2: Desidero effettuare uno sconto associato ad un codice promozionale.
In questo caso, crea il tuo sconto e associavi il codice promozionale che vuoi, ad esempio "FESTA-DELLA-MAMMA" o "TAGLIANDO-KRZ834". Il carrello acquisti è “intelligente” e visualizzerà la zona che permette d’inserire il codice soltanto se esistono degli sconti associati a dei codici promozionali! Al momento del suo acquisto, il visitatore dovrà solo inserire il suo codice promozionale nel carrello per vedere lo sconto applicarsi.
Nota che nessuno impedisce ad uno stesso utente di fare diversi ordini con lo stesso codice. Se desideri limitarne l'uso ad un solo ordine per utente, indica allora che lo sconto è “usa e getta”. In generale, è preferibile anche limitare gli sconti con un codice promozionale nel tempo, configurando un periodo di validità.

Caso n° 3: Fare uno sconto di 10 Euro su tutti i carrelli o il sub-totale è superiore o uguale a 100 Euro.
Per farlo, crea una nuova regola di sconto. Precisa che lo sconto deve essere di tipo "Sconto in Importo Fisso" e indica l’importo (10) nella zona di impostazione associata. Poi, configura la soglia a partire della quale lo sconto deve essere preso in conto. Si fa nella sezione che consente di definire l’importo minimo dell’ordine. Indica 100 per questa proprietà e salva la tua nuova regola. Fatto!
Per continuare: utilizzando abilmente lei posizioni delle regole degli sconti, puoi realizzare una "griglia di sconto" sul carrello acquisti, esempio:
Regola 1: (Posizione 2) 10 Euro di sconto a partire da 100 Euro
Regola 2: (Posizione 1) 20 Euro di sconto a partire da 200 Euro
Regola 3: (Posizione 0) 30 Euro di sconto a partire da 300 Euro
La "posizione" delle regole è al contrario per permettere di verificare in priorità che l’importo del sub-totale dell’ordine è superiore a 300 Euro. Se non è il caso, si passa alla valutazione della seconda regola (l’importo è superiore a 200 Euro?) e così via. Senza questa organizzazione delle posizioni, soltanto la regola 1 sarebbe applicata perché l’importo di un ordine di 300 euro è certamente superiore a 100 Euro!

Naturalmente esistono altri casi (associare uno sconto ad una categoria di clienti, ad una tariffa, ecc.) ma questi sconti si avvicinano ai casi evocati precedentemente. Anche se è possibile combinare un periodo di validità, una restrizione per la categoria di cliente, una restrizione per la tariffa, un codice promozionale, ecc. non è molto consigliato. In effetti, ciò rende lo sconto difficilmente utilizzabile. Limitati a delle configurazioni semplici e comprensibili per i tuoi clienti.

Domande e Risposte frequenti sugli sconti sul carrello

D: Che succede se un utente è al 20% di sconto (sulla sua scheda) e una regola di sconto del 10% si applica al Carrello?
R : Gli sconti globali non sono cumulabili. In un caso come questo qui, è lo sconto più elevato che viene preso in conto. Quindi, nel caso presente, è lo sconto dell'utente (20%) che verrà applicato al carrello.

D: Che succede se un utente è al 10% di sconto e un codice promozionale di sconto gli offre 20%?
R: È lo sconto più elevato che prevale, nel caso in questione, quella del codice promozionale.

D: Che succede quando il periodo di validità di uno sconto con codice promozionale è scaduto?
R: Se è il solo sconto di questo genere che hai definito, allora la zona d’inserimento per il codice promozionale sparisce dal carrello acquisti. Se esistono altri sconti con codice promozionale e sono sempre validi, allora la zona d’inserimento resta visualizzata, ma l'utente vedrà un messaggio d'errore che gli indica che il suo codice promozionale non è valido o scaduto, se prova ad utilizzarlo.

D: A cosa serve la descrizione negli sconti sul carrello acquisti?
R : La descrizione è facoltativa. Se è inserita, verrà visualizzata al disopra del carrello acquisti quando lo sconto è preso in conto dal sistema. Può essere utile per, ad esempio, incitare un acquirente a completare il suo ordine.
Ecco un esempio di descrizione :
"Benefici per il momento di 5% di sconto perché l’importo del tuo ordine oltrepassa i 100 Euro. Nota che questo sconto è del 10% per ogni ordine al di sopra delle 200 euro."

D: Come fare un buono o uno sconto per un cliente specifico?
R: Crea uno sconto sul carrello acquisti e indica l’importo dello sconto o del buono. Indica che lo sconto è « usa e getta » (il buono normalmente è ad uso unico...) e associa allo stesso l'utente che deve beneficiarne. Ti consigliamo anche di configurare una data limite d'utilizzazione. Non è necessario associare un codice promozionale a questo sconto. Se non c’è un codice, allora lo sconto partirà automaticamente al momento del prossimo ordine del tuo cliente. Se, invece, indichi un codice promozionale, allora, il cliente avrà la possibilità di scegliere quando e per quale ordine desidera beneficiare dello sconto.

D: Posso offrire uno sconto automatico del 10% ai nuovi prospects per il loro primo ordine?
R: Si. Per farlo, crea un nuovo sconto sul carrello acquisti. Specifica che lo sconto è « usa e getta » cioé utilizzabile una sola volta. Poi, nelle restrizioni, seleziona la categoria di utenti nella quale classifichi i tuoi clienti (in generale intitolata "Clienti") e SOPRATTUTTO non dimenticare di selezionare la regola indicante che lo sconto si applica a tutti gli utenti che NON SONO associati alla categoria precedentemente configurata. Concretamente crei allora una regola di sconto che si applica a tutti tranne agli utenti che sono già clienti.
 
 Conclusione

IMPORTANTE: Ti consigliamo vivamente di verificare SEMPRE il funzionamento dei tuoi sconti nel tuo catalogo o carrello acquisti. Oxatis non è responsabile di un cattivo parametraggio delle tue promozioni comportanti delle vendite con margini deboli o vendite a perdere.

Per alcuni casi di sconti, un mezzo di provare consiste nel creare una categoria di utente nominata "Testers" e di associarvi un nuovo utente nominato (per esempio) "Tester 001". Poi, utilizza la restrizione sulla categoria di utenti per permetterti di provare in maniera trasparente (senza che gli altri visitatori possano vederla) nel tuo catalogo e nel tuo carrello. Naturalmente, per realizzare questi tests, dovrai identificarti come "Tester001" prima di entrare nel catalogo di prodotto.

Senza test e senza prestare una grande attenzione al tuo parametraggio, potrai definire degli sconti e delle promozioni che potrebbero avere un effetto globale sulle tue tariffe e metterti in difficoltà rispetto ai tuoi clienti, nel caso in cui tu non sia in grado di rispettare le tariffe scontate.
 

Aggiungi ai preferiti: http://www.oxatis.com/Help/HelpCenterContent.asp?ActionID=512&TID=1183&MID=9000%7C55388&LangID=4
© 2001-2019 Oxatis. Tutti i diritti riservati.