Riscrittura URL (Rewriting d'URL)

 Tariffazione
Le funzionalità descritte in questa pagina sono disponibili dal momento in cui avete sottoscritto l'opzione "Commerce Esperto" nelle vecchie offerte e che sono comprese anche in tutte le nuove offerte.
 
 Introduzione alla riscrittura degli URL
La riscrittura di un URL ("URL Rewriting" in inglese) è una tecnica che consiste nel ridefinire gli indirizzi delle pagine (spesso chiamati URL) per renderli più comprensibili e più rilevanti per i motori di ricerca.
Spesso, nei siti dinamici (utilizzando delle pagine dinamcihe (1)), le pagine sono caratterizzate da URL complessi, costituiti generalmente da un punto interrogativo o eventualmente dal carattere "&" nonché da nomi di variabili e da valori.
Per esempio:
http://www.miodominio.com/Catalog.asp?ViewID=2&ProductID=7429&CatID=47

Leggendo questo indirizzo, è difficile farsi un'idea precisa sul contenuto della pagina visualizzata. Vi è la probabilità che verrà mostrato un prodotto del catalogo ma è impossibile farsi un'idea di quale tipo di prodotto esattamente. Inoltre, alcuni motori di ricerca (sempre più raramente) non ne apprezzano molto i parametri o, più in generale, indicizzano solo i primi 2 o 3 per limitare le combinazioni.

La tencica di riscrittura degli URL consiste dunque nel "ricodificare" l'URL per trasformare i parametri in qualcosa di più "statico".

Di seguito una "recodifica" dell'indirizzo precedente:
http://www.miodominio.com/Catalog-ViewID-2-ProductID-7429-CatID-47.htm

Un motore di ricerca si ritrova allora con un nome di pagina "html" e può, talvolta, indicizzarla più facilmente rispetto a una pagina dinamica. Detto questo, se l'indicizzazione viene migliorata (e ancora...), questo non comporta una vera e propria pertinenza supplementare poiché l'indirizzo non è ancora esplicitamente descrittivo del contenuto della pagina visto che non contiene ancora parole chiave interessanti.

Inoltre, questo tipo di riscrittura automatica è estremamente complessa da realizzare per una persona non esperta in materia; spesso implica la modifica di tutti i link pubblicati sul sito e crea problemi nei server ridonanti ad alta disponibilità.

(1) Contrariamente a una pagina statica che viene visualizzata sempre allo stesso modo, una pagina dinamica mostra informazioni diverse in base al contesto, attingendo a un database. Il contesto può corrispondere a una richiesta (una pagina di risposta su Google a una richiesta di parole chiave è una pagina dinamica), a una serie di variabili (percorso di un catalogo, di una FAQ), ecc. Una pagina dinamica si riconosce dal suo URL caratterizzato da variabili, esempio: MaPage.asp?x=1&y=2 ou MaPage.php?x=1&y=2.
 
 L'approccio di Oxatis
Oxatis ha scelto un approccio più semplice e più pertinente per realizzare la riscrittura degli URL, sviluppando una tecnologia che vi permette di creare indirizzi virtuali che rinviano verso una qualsiasi pagina del vostro sito.

Riprendendo l'URL utilizzato nel paragrafo di introduzione, potremmo definire il seguente URL:
http://www.miodominio.com/modellino-di-ford-mustang.htm

e decidere che quest'indirizzo rinvii semplicemente verso l'indirizzo originale dell'introduzione, ossia:
http://www.miodominio.com/Catalog.asp?ViewID=2&ProductID=7429&CatID=47

Questo rinvio avviene in totale trasparenza per un visitatore o un motore di ricerca. Se la pagina visualizzata contiene tag Title, Description e Parole chiave personalizzate correttamente, allora c'è molta probabilità che il motore di ricerca sia pienamente soddisfatto della correlazione "Nome di pagina/titolo di pagine, tag, contenuto" e che ne risulti un'indicizzazione positiva.
 
 Avviso importante
Oxatis apporta, per questa tecnologia, un metodo semplice per realizzare un'operazione di grande complessità. Questa tecnologia dipende dall'evoluzione del web, dalle tecnologie disponibili sui nostri server, ma anche dall' "ecosistema web" in cui si trova il vostro sito (motori di ricerca, buone pratiche, ecc.). Le modifiche a questo ecosistema potrebbero a medio o lungo termine rimettere in causa questa tecnologia. Noi faremo tutti gli sforzi necessari per garantire la continuità di questa funzionalità, ma non possiamo garantire che sarà possibile in eterno.

Ovviamente non si tratta di un rischio ma piuttosto di una presa di conscienza del fatto che il lavoro che effettuerete vi ripagherà a breve o a lungo termine, ma non ci sono garanzie che lo sia a lunogo termine.
 
 Note da leggere imperativamente prima della realizzazione
La funzionalità di riscrittura degli URL è disponibile solo per i siti Oxatis abbonati all'opzione di commerce Esperto.

Limitatevi nell'utilizzo di questa teconologia! Soprattutto non vi lanciate nella riscrittura di tutti i vostri URL, non avrebbe senso. Concentratevi su una decina o una ventina di link (i più importanti), quelli dei vostri menu, della vostra home page, ecc. Guardate alla riscrittura degli URL come una strategia per valorizzare le pagine o i prodotti più importanti del vostro sito. Non realizzate la riscrittura di URL che rinvia su una pagina il cui contenuto non è denso o i cui META tag non sono stati trattati. In poche parole, siate coerenti e pertinenti nella realizzazione dell'operazione.

Gli URL ottimizzati sono automaticamente e sistematicamente aggiunti nei file Sitemap che potete generare per migliorare la vostra indicizzazione dal menu "Marketing\Indicizzazione Sitemap".
In effetti, gli URL dei prodotti e delle categorie generati nel file Sitemap contengono il nome del prodotto o della categoria, per esempio:
http://www.miodominio.com/PBSCCatalog.asp?ProductName=modellino-di-ford-mustang&ItmID=112233

Questo primo livello di ottimizzazione è gratis e incluso nell'insieme dei servizi Oxatis. È assolutamente inutile abusare della riscrittura degli URL, riservatela per un'ottimizzazione di alto livello.
 
 Realizzazione
Immaginate un sito e-commerce dedicato alla vendita di tutte le varietà di tè.

Questo sito contiene dei pulsanti di scelta rapida nel menu verticale che permettono di accedere rapidamente ad alcune categorie di prodotto (quelle più popolari).

Immaginiamo che uno dei componenti del menu si chiama "Tè bio" e che l'azione di navigazione associata sia "Aprire il catalogo sulla categoria tè bio".
Il codice HTML della home page conterrà un link di questo tipo:
<A href="PBSCCatalog.asp?CatID=1234">Teé bio</A>

Di seguito le operazione da seguire per far evolvere il link sopra riportato verso una riscrittura URL:
Aprite la pagina di amministrazione accessibile dal menu "Marketing\Riscrittura URL".
Successivamente, create un nuovo URL riscritto, cliccando sul pulsante [Aggiungi].
Nella scheda di modifica, definite il nome del nuovo URL riiscritto.
Come esempio, prendiamo:
te-biologico-commercio-equo-e-solidale.htm

Ricordate che un URL riscritto può contenere solo dei caratteri alfabetici non accentati e scritti in minuscolo (Tè diventa te), trattini o underscore, e deve obbligatoriamente terminare con l'estensione ".htm"

In seguito, indicate l'azione di navigazione da effettuare quando l'utente clicca sull'URL riscritto.
Basta riproporre la stessa azione di navigazione definita per l'elemento del menu, vale a dire: "Aprire il carrello-catalogo sulla categoria tè bio".

Infine, salvate il nuovo URL riscritto. A partire da questo momento, l'URL è funzionale. Vi invitiamo a testarlo cliccandoci sopra dalla pagina di amministrazione.

Per concludere la procedura, occorre modificare il menu del sito per utilizzare questo nuovo URL.

Andate quindi sulla pagina di gestione dei menu (Menu di amministrazione "Sito\Menu").

Selezionate l'elemento del menu da modificare. Quando siete nella scheda di modifica dell'elemento, aprite la finestra di dialogo che vi permette di modificare l'azione di navigazione associata grazie al pulsante [...].

Selezionate poi il tipo di azione "Visualizza un sito web nella stessa finestra".
Accanto alla casella di testo che vi permette di inserire l'URL, vedrete apparire un piccolo pulsante [...].
Cliccate su questo pulsante e nella nuova finestra di dialogo, selezionate l'URL riscritto da associare al menu (ossia "/te-biologico-commercio-equo-e-solidale.htm" nel nostro esempio).

Cliccate su OK per chiudere il dialogo, poi, ancora su OK per confermare l'azione di navigazione. Alla fine, salvare le modifiche apportate al menu e il gioco è fatto.

Creazione di link
Per creare un Url riscritto, occorrono come minimo 6 caratteri. Le estensioni accettate sono in .htm o in .html
Quest'indirizzo URL può contenere solo dei caratteri alfabetici non accentati, trattini e undescore

Esempio: blog.htm corrisponde a 4 caratteri
Noi consigliamo di creare per esempio l'indirizzo: blog-ecommerce.htm

Se visualizzate poi la home page del sito e guardate il codice sorgente HTML della pagina oppure la barra di stato del vostro navigatore, nel momento in cui vi soffermate sul menu, dovreste trovare:
<A href="te-biologico-commercio-equo-e-solidale.htm">Teé bio</A>
Questa verifica non è necessaria, la menzioniamo affinché i più esperti possano capire l'incidenza di utilizzo degli URL riscritti al livello del codice HTML.

Un caso concreto è disponibile nel seguente aiuto:
Come applicare un URL riscritto a un elemento di menu?

 

Aggiungi ai preferiti: http://www.oxatis.com/Help/HelpCenterContent.asp?ActionID=512&TID=55020&MID=7000%7C55578&LangID=4
© 2001-2019 Oxatis. Tutti i diritti riservati.